Crepe post sisma, l’esperto: ”Solo un tecnico può valutare rischi per la sicurezza”

crepa_sismica

Come riconoscere una lesione dovuta a un evento sismico e quali soluzioni adottare? Come valutare la stabilità di un edificio? La risposta degli ingegneri alle domande sulla sicurezza degli stabili.

”Una lesione per un edificio è come la febbre per l’uomo, è una manifestazione di sofferenza”. A fare il paragone è Massimo Mariani, già presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia e consigliere del Consiglio nazionale degli Ingegneri, per dare una risposta a ciò che in tanti nel Centro Italia si chiedono dopo il terremoto di domenica scorsa. Cosa fare? Certo, i cedimenti più gravi non hanno bisogno di spiegazione alcuna. Ma le crepe, più o meno gravi, che si sono aperte nelle case di tanti italiani dopo la lunga scossa di magnitudo 6.5, la più forte dal 1980, portano in sé il seme della paura e il dubbio sul da farsi. Soprattutto considerando che la terra continua a tremare.

Da “La Repubblica” del 02 novembre 2016

novembre 02, 2016 in Rassegna stampa

Comments are closed.